SCUOLA DI PIAZZA DANTE

L’edificio scolastico è stato costruito nel 1932, insieme agli altri edifici pubblici che costituivano il primo nucleo della città di Littoria. Ufficialmente la scuola è stata aperta il 2 dicembre 1932.
Nel primo anno didattico la scuola apparteneva al Circolo Didattico di Anzio ed era intitolata, fino al 1937 a Valentino Orsolini Cencelli, Commissari dell’O.N.C.
Nel primo anno di lezione, 1932-1933, gli iscritti erano 123, quasi tutti figli di coloni veneti, tuttavia la frequenza non era molto alta a causa soprattutto delle cattive condizioni sanitarie dovute alla malaria e alla difterite.
Nel 1936 viene istituito il Provveditorato agli studi di Littoria, da cui dipende anche la scuola di Piazza Dante.
Nel 1937 la scuola viene intitolata al “Centurione Domenico Aratari”, un bambino di 12 anni “morto per la patria”. Sempre da questo anno le lezioni iniziano il 1° ottobre e terminano il 15 giugno.
Nel 1940, durante il primo periodo bellico, alcune classi vengono trasferite in una sede staccata, in via Cavour.
Negli anni 1943-1944 le scuole vengono chiuse per lunghi periodi, in quanto gli abitanti della città vengono fatti sfollare a causa dei bombardamenti.
Nel 1946 riapre anche la scuola di Piazza Dante con diversi problemi, dovuti alla mancanza di arredi e alla scarsità di aule.
Nel 1956 Direttore Didattico è Vincenzo Tasciotti, che successivamente verrà eletto Sindaco di Latina.
Abbiamo avuto modo di esaminare alcuni faldoni appartenenti all’Archivio Storico di Piazza Dante, conservati presso l’Archivio di Stato di Latina. Da questi faldoni abbiamo scelto i documenti che ci sono sembrati più significativi. Alcuni sono relativi al periodo di reggenza del direttore Tasciotti.