Stato pontificio: periodo francese

IT-ASLT-F494200142

(1809-1814; 4 : 2 bb. e 2 regg.)

Il 17 maggio 1809 Napoleone, annessi i territori pontifici all'Impero francese, istituì la Consulta straordinaria per gli Stati Romani che soppresse le camere apostoliche e sostituì l'amministrazione del Buon Governo con due Burò investiti di competenze in materia fiscale e tecnico-manutentiva. Roma divenne capoluogo del Dipartimento del Tevere, che comprendeva i circondari delle sottoprefetture di Frosinone, Rieti, Tivoli e Velletri. L'amministrazione della giustizia fu affidata ai Giudici di Pace, ai Tribunali di prima istanza, ai Tribunali di seconda istanza ed a una Corte d'Appello operante a Roma. Altri organi di giurisdizione penale erano i Tribunali di Polizia correzionale e la Corte di Giustizia Criminale. Il periodo è documentato dalle carte del Giudicato di pace di Cori.

Complessi documentari

Giudicato di pace di Cori

2 regg. e 2 bb.

1809-1814