Sezione di polizia stradale di Latina

(1948-1986; 9 bb.)

Dopo l'unità d'Italia, il r.d. n. 4697/1868 approvava il regolamento per la polizia stradale, servizio di competenza del ministero per i lavori Pubblici.
Successivamente l'art. 34 della legge n. 1094/1928 prevedeva l'istituzione ed il funzionamento della Milizia della strada, specialità della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale (M.V.S.N.), introdotta dal r.d. n. 31/1923.
La Milizia della strada, istituita col r.d. n. 2716/1928, continuava a dipendere amministrativamente dal ministero dei Lavori Pubblici (1).
I compiti di questa specialità erano di tutela e di difesa del patrimonio stradale, di sorveglianza sulle segnalazioni stradali, di accertamento delle violazioni fiscali e delle infrazioni alle leggi in materia di trasporti per via ordinaria, di informazione sulla percorribilità delle strade, di disciplina della circolazione; inoltre aveva il compito di soccorrere gli utenti della strada comunque infortunati (2).
Qualche anno più tardi si scriveva che al "Milizia della strada costituisce un elemento di sicurezza ed un fattore di grandissima importanza per il nostro movimento turistico e di traffico. Oggi per le vie d'Italia, sorvegliate dai militi della strada, si viaggia più spesso e bene" (3).
Nel regno d'Italia -operante dal 1943 contemporaneamente alla Repubblica sociale italiana- si provvide allo scioglimento della M.V.S.N. con r.d.l. n. 16-8/1943, ed a guerra ultimata si avvertì la necessità di riordinare i servizi di polizia stradale.
Così, in forza del d.l.c.p.s. n. 510/1947, che provvedeva alla riorganizzazione dei servizi di polizia stradale e alla costituzione di una specialità del Corpo delle guardie di Pubblica Sicurezza che assumeva il nome di Polizia stradale, tali servizi restavano attribuiti per la prima volta al ministero dell'Interno (4).


(1) - Novissimo Digesto Italiano, 12, Torino 1958, pp. 236-237
(2) - Enciclopedia italiana di scienze, lettere ed arti, 32, Roma 1948, p. 810;
(3) - E. SAVINO, La nazione operante, Novara 1937, p. 512;
(4) - Novissimo Digesto ... cit..

La documentazione è costituita dai fascicoli degli incidenti stradali.