Partito comunista italiano, PCI - Federazione provinciale di LATINA


Commento

La Federazione rappresentava, nell'organizzazione e nell'organigramma complessivo del Pci, la struttura di direzione intermedia tra la periferia (sezioni, cellule) e il centro nazionale del partito. Aveva, pertanto, il Fondo federazione PCI di Latinacompito da una parte di trasmettere alle organizzazioni di base le direttive del centro dirigente, dall'altra di coordinare e rappresentare il tessuto di base del partito. Il territorio di competenza coincideva, di solito, con la provincia.

Nei giorni 17, 18 e 19 febbraio 1945 si svolse la prima conferenza di organizzazione della Federazione del Pci di "Latinia" (nuovo nome, abolendo quello di Littoria, verso il quale sembrarono orientarsi le autorità; in ogni caso, con il decreto luogotenenziale del 9 aprile 1945, Littoria verrà rinominata ufficialmente Latina il 7 giugno dello stesso anno).

Descrizione

L'archivio della Federazione di Latina ha una consistenza complessiva di 489 buste e conserva la documentazione che va dall'immediato dopoguerra alla nascita, nel 1991, del Pds. Il fondo conserva anche, in quanto archivi aggregati, le carte del Comitato provinciale dell'Udi di Latina e della Federazione giovanile comunista italiana di Latina confluite, o comunque diversamente acquisite, o presumibilmente formatesi insieme a quelle della Federazione, con diversa titolarità giuridica.

Dal 2002 è stato depositato presso l'Archivio di Stato di Latina con parere favorevole della Soprintendenza archivistica per il Lazio.


Allo stato attuale è stato iniziato e completato il lavoro di ordinamento e inventariazione di una prima parte della documentazione, cronologicamente compresa tra il 1945 e il 1960 (subfondo 1: Documentazione fino al 1960). La restante documentazione, cronologicamente compresa tra il 1961 e il 1991 (subfondo 2: Documentazione fino al 1991), non è stata ancora oggetto di alcun lavoro di ordinamento ed inventariazione. La partizione dell'archivio della Federazione in due subfondi è da ritenersi assolutamente provvisoria e finalizzata alla resa consultabile di almeno una parte dell'archivio. Una volta completato il progetto di ordinamento e inventariazione del fondo nella sua interezza, la suddivisione verrà infatti risolta e tutta la documentazione compresa in un unico fondo indipendentemente da divisioni di carattere temporale.