La macchina vecchia di Pantano : la bonifica della Piana di Fondi e l'idrovora di Acquachiara

La macchina vecchia di Pantano
  • Soggetto: Fondi - bonifica - Acquachiara - Monte San Biagio - Lago di Fondi - Selva Vetere - S. Anastasia - Vetere
  • Tipo: Carte Pontine

Dati bibliografici

Agostino Attanasio, La macchina vecchia di Pantano, Latina : Archivio di Stato di Latina, 2006 (Carte Pontine, 5).

Quarta di copertina

La "macchina di Pantano", com'è stata chiamata dai fondani l'idrovora di Acquachiara, è forse il simbolo più rappresentativo delle vicende de la longue durée, degli enti, delle istituzioni e delle iniziative di regolamentazione delle acque che soprattutto a partire dagli ultimi decenni dell'Ottocento hanno profondamente e radicalmente trasformato la Piana di Fondi e Monte San Biagio.

Costruita tra le prime in Italia nel 1880, adattata ed adeguata nei decenni successivi, dismessa e divenuta "vecchia" negli anni della ricostruzione postbellica, l'idrovora segna l'inizio della fase moderna della bonifica. Ma nella sua storia non sono rilevanti solo le questioni tecniche. Decisivi sono gli assetti sociali, le tradizioni associative dei soggetti che vi hanno parte, la capacità di direzione delle istituzioni pubbliche: un denso insieme di fattori che incrocia le questioni del governo del territorio e dell'uso delle terre, e segna talvolta i caratteri originari delle comunità locali.

Come accade per Fondi, ove la secolare vicenda della bonifica, con le contrapposizioni istituzionali per il possesso dei demani, e con i conflitti per il prosciugamento e per l'uso agricolo dei pantani bassi, dà senz'altro ragione dei ripetuti episodi di protesta popolare che ne scaturirono e, forse, ci fornisce una chiave interpretativa non secondaria per spiegare quei tratti ribellistici che sembrano essere uno dei connotati costitutivi della sua comunità.

Nato nell'ambito del progetto di recupero dell'idrovora di Acquachiara, questo volume fa ricorso ad un'ampia ricognizione delle fonti conservate negli Archivi di Stato di Latina e di Caserta, qui descritte in una ricca appendice documentaria: una sorta d'avvio di quel centro specializzato nella raccolta, nella conservazione e nel trattamento della documentazione riguardante la secolare opera di bonifica della Piana che la "macchina vecchia di Pantano", recuperata a luogo della memoria, è chiamata a svolgere.