Il filo rosso del socialismo fra il territorio emiliano-ferrarese e quello lepino-pontino

IL FILO ROSSO DEL SOCIALISMO fra il territorio emiliano-ferrarese e quello lepino-pontino. Atti del Convegno
  • Tipo: Carte Pontine

Dati bibliografici

Il filo rosso del socialismo fra il territorio emiliano-ferrarese e quello lepino-pontino / a cura di Cristina Rossetti e Sparta Tosti ; Latina : Archivio di Stato, 2015

Quarta di copertina

Il volume raccoglie gli Atti del convegno “Il filo rosso del Socialismo fra il territorio emiliano-ferrarese e quello lepino-pontino”, svoltosi a Ferrara il 19 ottobre 2013 e replicato a Bassiano il 9 novembre successivo, frutto della collaborazione fra l'Archivio di Stato di Latina e l'Istituto di Scienze Umane e Sociali (ISUS) di Latina.
Attraverso i saggi di cinque studiosi del territorio pontino (Isabella De Renzi, Cristina Rossetti, Dario Petti e Stefano Mangullo) e del territorio emiliano-ferrarese (Roberto Parisini) e un' introduzione allo studio del Socialismo nel XXI secolo (Antonio Parisella) il libro evidenzia il filo rosso che, nel primo cinquantennio del Novecento, ha unito la realtà lepino-pontina a quella emilianoferrarese.
Dalle ricerche, in gran parte inedite, emerge come nei primi decenni del Novecento alcuni sindaci socialisti di Bassiano e Sezze abbiano compiuto i loro studi in Emilia Romagna ed assorbito le idee socialiste che poi hanno diffuso nella zona pontina. La presenza inoltre di socialisti e comunisti ferraresi migrati all'epoca della colonizzazione dopo la bonifica pontina, nella zona soprattutto di Pontinia e Borgo Faiti (LT), è stata determinante nel corso delle contese per le terre nel secondo dopoguerra.

L'Archivio di Stato di Latina, istituito con D.M. nel 1952 ed attivo dal 1958, tutela e conserva il patrimonio documentale di proprietà dello Stato e lo valorizza ai fini di renderlo disponibile ai cittadini per la ricerca storica anche attraverso seminari, convegni, mostre, cataloghi e pubblicazioni. Nel 2004 l' allora direttore Agostino Attanasio ha dato avvio alla pubblicazione della collana “Carte Pontine”, «affinché la storia possa avvalersi sempre più delle carte d'archivio». La veste editoriale realizzata in forma moderna richiama le edizioni di Aldo Manuzio di Bassiano, che ha elaborato un importante modello di perfezione ed eleganza tipografica.
Attualmente è direttore dell'Archivio Giuseppe Antonio Mesoraca.

L'Istituto di Scienze Umane e Sociali (ISUS) di Latina è un'associazione culturale sorta nel 1979 come Gruppo di Ricerca Storica. Nel 1999 il Gruppo si è trasformato in ISUS con la volontà di ampliarne l'ambito di studio. Si occupa di ricerca storica, ma anche sociologica, formazione e promozione di attività socio-culturali e didattiche. Ha portato a termine vari progetti di ricerca e formazione; nel 2006 ha realizzato una pubblicazione, basata sulle fonti orali, dal titolo “Vetrine. Commercianti testimoni di storia pontina”. Nel 2012 ha stipulato una convenzione di collaborazione con l'Archivio di Stato di Latina per ricerche storico-documentarie e progetti educativi nelle scuole.
Presidente dell'ISUS è Sparta Tosti.

Documenti da scaricare